Racconterò Di Te – Ultimo

“In questo disco ci sono più cose che avrei voluto vivere che cose che ho vissuto ed il bello è proprio qui: la musica è amica della fantasia, ed io le porto sempre in tasca con me – racconta il giovane artista – Non credere a niente che non sia fantasia. Il mondo è un posto misero se lo guardi con gli occhi di tutti”.

“Distinguiti, vola alto. Ognuno di noi ha passato, passa e passerà momenti in cui guardandosi allo specchio non vedrà altro che una persona, ed è in quel momento che tu devi prendere in mano un sasso e trasformarlo con la fantasia in un pianeta”.

Lyrics

Racconterò di quando hai detto: “Ti giuro son cambiata”

E poi non sei cambiata affatto, è stata identica la strada

Quando hai detto puoi salvarmi ed io l’ho fatto con il cuore

Poi hai cercato in te una scusa e mi hai confuso tra persone

Racconterò a mio figlio le cose fatte insieme

Il primo giorno che ti ho vista: Diamante tra le iene.

Sai la vita può cambiarci solo se non la viviamo

Strano a dirsi certe volte resta vero chi non siamo

Racconterò ai miei amici, ai pochi che rimarranno

Che ho scoperto camminando quanto è bello stare fermo

Che più cerchi di star bene è più ti complichi il futuro

Che cazzo l’ottimismo, non lo voglio come scudo

Quante nuvole ti servono per accorgerti del cielo

Quando perdi una persona scopri il suo valore vero

E io che intanto scrivo e intanto fumo mi distraggo come posso

Tanto è un gioco l’esistenza e ogni scelta è un nuovo passo

Racconterò di te ad un passante,

E se mi chiederà il perché non è importante

E se il destino mi sfiderà mischierò le carte

Con il trucco di chi ad occhi chiusi parte

Lontano infondo agli occhi c’è una stanza e a volte perdersi ha la sua importanza

E scriverò per chi non è abbastanza e quando non potrò più vivere racconterò di te.

Racconterò di te, Racconterò di te.

Racconterò che ci ho provato a cambiare quello che ero

Quando a scuola io scappavo e il mondo era un punto nero

Ora è difficile capire per chi non mi conosce,

I disagi che ho colmato riempiendoli con i forse

Le volte che ho respinto dicendomi: “sei un viziato”

Perché ho sempre avuto tutto e amato ciò che mi è mancato

Vaglielo a spiegare a chi predica soltanto

Che proprio chi ha avuto il pane che desidera qualcos’altro

Racconterò a mio figlio che i tuoi occhi sono grandi

E che hai colorato un senso tra i miei giorni più importanti

E sei bella e non l’ho detto quando avevo l’occasione

Gli spiegherà che esistere è anche fare ciò che vuole

Racconterò a mio padre che la notte non dormivo

Mi giravo dentro al letto e ripensandolo piangevo

E’ strano come una canzone possa essere pesante, strana la mia condizione che non cambia e tu distante.

Racconterò di te ad un passante, e se mi chiederà il perché non è importante

E se il destino mi sfiderà mischierò le carte con il trucco di chi ad occhi chiusi parte

Lontano infondo agli occhi c’è una stanza e a volte perdersi ha la sua importanza

E scriverò per chi non è abbastanza e quando non potrò più vivere racconterò di te.

Racconterò di te, Racconterò di te.