La Storia Di Un Uomo – Ultimo

“In questo disco ci sono più cose che avrei voluto vivere che cose che ho vissuto ed il bello è proprio qui: la musica è amica della fantasia, ed io le porto sempre in tasca con me – racconta il giovane artista – Non credere a niente che non sia fantasia. Il mondo è un posto misero se lo guardi con gli occhi di tutti”.

“Distinguiti, vola alto. Ognuno di noi ha passato, passa e passerà momenti in cui guardandosi allo specchio non vedrà altro che una persona, ed è in quel momento che tu devi prendere in mano un sasso e trasformarlo con la fantasia in un pianeta”.

Lyrics

Ero un passo dall’essere grande

Che poi un passo può essere gigante

“Forza, Forza” mi dicono quelli che ho accanto

Lei, è un fiore che illumina marzo

Ho sempre scritto per qualcosa di forte

Il vento porta via con se le mie carte, facce stanche

Se potessi perderesti ma senza pretesti

Senti, siamo schiavi di piccoli gesti “e sentiti anche libera”

Lui le ripeteva

Mentre lei sdraiava i suoi occhi nel cielo figlio di un battito nero

Puoi elencare i tuoi difetti sto in fissa pure per quelli tipo i tuoi modi pochi ribelli in confronto a me che vivo guardando i disegni

“Sei felice” lei le chiese arricciandosi i capelli

E qua non conta quello che è stato, conta quello che resta

Ma come puoi cancellare il ricordo del sole

A chi ora vive senza una finestra, non puoi farlo no, no che non puoi farlo no

Ma è la storia di un uomo, partito per caso, in cerca di amore nel posto sbagliato

Trovo la sua donna e le chiese un sorriso ma lei non rispose, no, e continuo il suo cammino e da quel giorno fa

E da quel giorno fa E da quel giorno fa

Fa che non trova più un senso in sto posto fa freddo

Lui vagava nei giorni come pioggia d’inverno che cade dall’alto

Sto mondo è stronzo quindi indossa la vita di un altro

Lei tacchi alti e se ne frega di tutto

Quando sei bella certe cose non ti sfiorano, è giusto

Ognuno ha le sue dosi di fortuna, amore e lacuna

Si ama ciò che non si ha come il giorno ama la luna

E lui la chiama da lontano, è disperato “Sei ubriaco” lei le dice il sole è appena arrivato”

E come posso non esserlo, guardami insomma, ho gli occhi di un grande ricordo ma vissuto di fretta, e ho le lacrime in viso, si lo so che è cretino, io che ho sempre odiato tutti adesso piango per te.

E mi sento un bambino, forse lo sono infondo, ma ho attraversato il mare solo per averti accanto”

Ma è la storia di un uomo, partito per caso, in cerca di amore nel posto sbagliato

Trovo la sua donna e le chiese un sorriso ma lei non rispose, no, e continuo il suo cammino e da quel giorno fa

E da quel giorno fa

E da quel giorno fa

E da quel giorno fa