Janelle Monáe – Django Jane

(Janelle Monáe)
Dirty Computer” è un disco elettrizzante: un movimento vorticoso intenso, creato con l’intento di continuare a promuovere il consueto scenario di stampo broadwayano sullo sfondo, a rimarcare la necessità di conferire al nuovo long playing un’atmosfera da musical, tra laccati riferimenti ad un certo soul vintage, l’inaspettato rimando alla cultura black e ballatone davvero originali. 
Nata e cresciuta a Kansas City, si trasferisce a New York per studiare teatro alla American Musical and Dramatic Academy. Inizialmente era intenzionata a perseguire una carriera a Broadway, ma presto cambiò idea indirizzandosi verso la musica, una forma d’arte che, secondo lei, ha il potenziale per cambiare il mondo. [Wikipedia]

Janelle Monáe

Nei confronti di questo disco ho grandi aspettative. Janelle infatti, non si è fatta mancare proprio niente, nella viva speranza di bissare la propria fortuna.
L’interpretazione canora è qualitativamente ineccepibile, a tratti penetrante e incisiva. “Django Jane” per esempio è un brano che celebra la cultura black; un tassello in più nella sua musica che mescola diversi linguaggi: dal pop al rock, dal jazz al soul, con un’importante visione d’insieme. 

Testo

https://genius.com/Janelle-monae-django-jane-lyrics