2017: Vulnerable – Kenny Lattimore

Chiunque sia salito con me in macchina ha apprezzato le sue doti canore.

Diciamo la verità… lo facevo di proposito perché ero più che certo che il brano sarebbe piaciuto moltissimo. All My Tomorrows riscosse tanto successo tra i miei amici e le vendite del cd (almeno qui della mia zona) salirono vertiginosamente!

Da quel 1998 di cambiamenti ce ne sono stati tanti: cambi di etichetta, di genere musicale e perché no, anche di consorte (Chanté Moore ndr).

Upon its release, critics hailed Kenny Lattimore as an album that hearkened back to the time of Donny Hathaway and Marvin Gaye when “R&B had more soul”.

Oggi Kenny Lattimore sembra essere un uomo migliore e nonostante gli ultimi lavori non siano andati bene, lo smalto del suo essere artista e interprete non l’hanno di certo reso passivo, evitando così di ritrovarsi vittima delle situazioni e delle circostanze.

Vulnerable – probabilmente a motivo dei scarsi risultati ottenuti in passato è stato attaccato e sopraffatto – è un progettino niente male perché ci riconsegna un cantante a tutto tondo, capace di dare una nuova linfa al suo modo di approcciarsi alla musica, sempre un tantino defilato dal quel luccichio a cui molti non sanno rinunciare, creando un mondo musicale tutto suo dove pochi, pochissimi sono invitati a entrare.

Quindi chi come me non ha intenzione di perdersi davvero nulla di questo meraviglioso artista, può acquistare ad occhi chiusi il suo nuovo long playing.

Comprende il singolo Push e canzoni importati come la ballad Falling For You (davvero notevole), One More Night e More Than Life.  Un affresco musicale da ascoltare e riascoltare molte volte. 

Tracklist

Vulnerable

Push

Stay On My Mind

Perfection

Curtains Closed

Priceless

Deserve

Falling For You

One More Night

More Than Life