2017: Look What You Made Me Do – Taylor Swift

Inizialmente non capivo perché il New York Times considerasse Taylor Swift “una delle migliori autrici pop; un personaggio più dotato di senso pratico della scena country e più in contatto con la propria vita interiore rispetto alla maggior parte degli adulti”.

L’ho capito più tardi quando la ragazza di Reading, Pennsylvania ha pubblicato Red, un long playing dove descrive le sue di emozioni, incentrate sulle tumultuose, pazze, insane, intense, quasi tossiche relazioni che aveva sperimentato negli ultimi due anni.

Poi con l’arrivo di 1989 (a oggi l’album più venduto), Taylor Swift è entrata di diritto tra gli artisti che seguo con maggiore interesse perché grazie a Max Martin, Shellback, Ryan Tedder e Jack Antonoff dei fun, l’hanno aiutata ad affinare le sue canzoni, che sono risultate più mature e sagaci, meno bubbly ed infantili rispetto al passato.

Ora, da quando ogni traccia di Taylor Swift su internet è svanita nel nulla, tutto il mondo è in aspettazione per l’arrivo del nuovo singolo che con tutta probabilità arriverà tra pochissime ore.

Il popolo americano e non, riserverà alla cantante il solito trattamento speciale, accorrendo cioè nei digital store per acquistare in massa Timeless*, la sua nuova creazione discografica?

* Estratto dal nuovo album Reputation, in tutti gli store dal 10 Novembre 2017

Lyrics